Recensione del Manuale: Linux Email

da Tom Uijldert <tom.uijldert /at/ linuxfocus.org>, luglio 2006 (documento #392). Tradotto in Italiano da Lucia Di Gaeta <lucialinux/at/hotmail.co.uk>

[Illustration]

Premessa:

"Linux Email" è pubblicato da PACKT publishing ISBN: 1-904811-37-X. Authors: Magnus Back, Patrick Ben Koetter, Ralf Hildebrandt, Alistair McDonald, David Rusenko and Carl Taylor.

 

Email

Non c’é niente di speciale nell’inviare e ricevere messaggi facendo affidamento su qualche sistema distributivo che recapita i messaggi a destinazione.

E' così insignificante che non ci rendiamo nemmeno conto di come si insinui nella nostra vita ed tutto d'un tratto (di solito quando non è possibile utilizzare il servizio email) realizziamo quanto siamo diventati dipendenti di questa tecnologia – come l’elettricitá, il telefono – e che ruolo importante ricopre nella nostra vita.

Una buona parte della giornata in un ufficio è spesa nella gestione delle emails. Ed anche se qualche volta capita qualche email “ricreativa” proveniente dalle fun-list locali, la maggior parte di questa gestione è seria e rappresenta lavoro produttivo. E' considerato normale avere il proprio email client continuamente attivo durante le ore d'ufficio.

Addirittura nella vita privata, se non avete aperto la vostra casella personale per più di una settimana, cominceranno a porvi domande del tipo “non hai ricevuto la mia email?“.

Inoltre,quando questo si verifica in una piccola azienda o ufficio, seguono ulteriori domande del tipo: “Dovremmo lasciare che un provider gestisca dei dati così importanti per la nostra azienda ?”.
Di conseguenza, ecco che appare un amministratore di sistema locale, al quale è richiesto di installare un sistema locale per la gestione delle emails.

Un simile scenario deve essere passato per la mente degli autori mentre elaboravano il concetto di questo libro.
In quanto questo é ció di cui il libro tratta: di quale software di risorse aperte abbiamo bisogno per risolvere la situazione e come bisogna installarlo,configurarlo e metterlo insieme.
Non come un grande Come su un sistema completo per la gestione delle emails.

Bene, se siete quell'aministratore di sistema locale, probabilmente vorrete leggerlo.

 

Configurazione

La configurazione del manuale è semplice:
Prendete una serie di pacchetti di risorse aperte che, messi insieme, possono essere utilizzati per creare un sistema per la gestione delle emails:

  • Linux
  • Postfix
  • Courier-IMAP
  • SquirrelMail
  • Cyrus SASL
  • Procmail
  • SpamAssassin
  • ClamAV

descrivendo dettagliatamente come installarli, configurarli e metterli insieme in modo che cooperino tutti insieme nel gestire le emails ed ecco che avete il vostro manuale.

Quindi cosa fornisce un amministratore di sistema?

  • Una ricetta immediata per installare un sistema completo per gestire le emails per l'azienda, incluse le ultime novità quali webmail, scansione dei virus e rilevazione-spam.
  • Nessuna selezione del pacchetto. Il modello scelto è già stato provato e testato. Una volta che siete connessi e avviati,c'è tempo a sufficienza per cercare alternative migliori se non vi piacciono i pacchetti.
  • No ricerche noiose attraverso documentazione sull'installazione e configurazione già utilizzata su diversi siti web, ma tutto in una volta.

Un vero risparmio di tempo.

 

Il Manuale

C'è un grande punto interrogativo riguardo a chi questo manuale sia indirizzato. Secondo la copertina: “...amministratore di sistema 'officioso' in una piccola attività...”.In modo che vi immettiate immediatamente su questo percorso che vi mostrerà cosa effettivamente questo amministratore di sistema 'officioso'è capace di fare. Per me, tali individui possono essere capaci di seguire le istruzioni su come installare un pacchetto, ma per quanto riguarda costruirlo da una risorsa? In quanto, qui e lá, ci si aspetta dal lettore di farlo.

Il manuale è senza dubbio molto pratico. Come nel capitolo 1 dove sono subito elencate le ragioni per cui qualcuno voglia installare il proprio sistema per gestire le emails. Ho particolarmente apprezzato il paragrafo sul Sizing, in cui si afferma che il vecchio metodo 'dietro la busta' è sufficientemente preciso per appurare i propri bisogni. “ hear”. La descrizione di DNS tuttavia, presenta delle incertezze. Quando cose del tipo SMTP sono gestite ad un livello rudimentale ('a cosa serve?'), il paragrafo su DNS a stento afferma che il lettore deve avere familiarità con DNS e scende nei particolari. Questo è inconsistente e presenta un problema. Forse l'amministratore di sistema 'officioso' non conosce il suo SMTP, ma ha familiarità con DNS? Ne dubito.

E' l'unico problema che ho con questo libro, ma devo ammettere che è abbastanza critico. Quanto questo amministratore di sistema officioso conosce? Per questo motivo, credo che gli autori avrebbero dovuto prestare un po' più di attenzione al capitolo 1 e possibilmente elaborare un po' meglio il funzionamento interno di tale sistema.

Eccetto questo, i capitoli successivi seguono uno dopo l'altro, installando il sistema un pezzo alla volta in un modo molto competente. Questo è comprovato da alcuni paragrafi preziosi dedicati a Configuration debugging e note tipo “...quando fate questo, non dimenticate che poi passerete giorni interi alla ricerca del problema...“.
Se non altro, sulla mia lista dei desideri ci sarebbero molti più suggerimenti ed esempi del genere, in quanto di solito, installare un tale sistema non è molto difficile. Tuttavia metterlo a punto lo è.

E' anche abbastanza completo. L'ultimo capitolo, in cui si parla di salvataggio, è un'altra pietra preziosa. Se non volete utilizzare lo schema qui presente, è comunque fornita una visione generale completa su cosa salvare. Questo è sempre utile (le informazioni riguardanti la configurazione dei documenti sono un po' troppo per me, ma meglio salvi che dispiaciuti).

 

Conclusioni

Seguendo questo manuale, otterrete un sistema per la gestione delle emails abbastanza decente e completo, includendo qualcosa come webmail - un dovere per le aziende moderne - e strumenti di filtraggio molto elaborati, incluso un rilevatore-spam e un controllo dei virus.
Suggerirei agli autori di pubblicare delle versioni ridotte del manuale ed aggiornarle spesso poichè, mentre scrivo questa recensione, Squirrelmail ha già lanciato la versione 1.4.7 mentre nel libro si parla ancora della versione 1.4.4.

Allo stesso tempo, se avete bisogno di installare un sistema per le emails e cercate un metodo veloce, questo manuale è quello che vi serve.

L'autore:

[Photo of the Author]

Tom è un membro del gruppo olandese linuxfocus ed ha utilizzato le email sin da quando è stato inventato il dominio.